CARENZA DI IODIO: SINTOMI E CONSEGUENZE

Lo  iodio è un micronutriente essenziale presente nel corpo umano in piccole quantità( 15/20 mg) e concentrato quasi esclusivamente nella tiroide. Questa ghiandola produce due ormoni: tiroxina e triiodotironina. Essi regolano molti processi metabolici che contengono iodio nella loro struttura chimica. Ecco perché livelli troppo bassi di iodio incidono negativamente sulla salute.

Devono prestare attenzione alla carenza di iodio le donne in gravidanza e in allattamento, poiché il feto potrebbe risentirne e bambini di età inferiore ai tre anni, per evitare disturbi a livello intellettivo.

La conseguenza più nota  di carenza di iodio è il gozzo, cioè l’ingrandimento della tiroide che si sforza per produrre ormoni in quantità adeguata. Se la carenza non è protratta nel tempo il corpo non ne risente, altrimenti si possono sviluppare anche problemi gravi a carico del sistema nervoso centrale o periferico.

Può svilupparsi anche l’ipotiroidismo che provoca improvvisi e inspiegabili aumenti di peso.

Limitata sopportazione del freddo e sbalzi d’umore  possono essere disturbi collaterali alla carenza di iodio.

Le donne che soffrono di carenza di iodio possono notare alterazioni nel ciclo mestruale, nel senso di maggiore intensità o scarsa regolarità.

Il Ministero della Salute italiana ritiene che è utile assumere 150mcg giornalieri di iodio; al massimo si può arrivare per adolescenti e adulti ad un dosaggio pari a 225mcg.

Un eccessivo consumo di sodio può favorire problemi cardiovascolari, soprattutto in soggetti predisposti a ipertensione. Un’alternativa pratica e sicura sarebbe fare ricorso ad un integratore specifico a base di fucus o quercia marina, alga naturalmente ricca di iodio. Alga utile anche a per chi ha problemi di sovrappeso, dovuti ad un metabolismo pigro.

Gli alimenti ricchi di iodio sono: crostacei e pesce di mare, alghe, uova, latte, carne. Nella frutta e nei vegetali, invece, la concentrazione di iodio varia in base alla quantità presente nel terreno di coltura. Inoltre la cottura degli alimenti riduce la quantità di iodio presente nel cibo con punte che possono raggiungere il 78% in meno per la bollitura.

 

420 pensieri su “CARENZA DI IODIO: SINTOMI E CONSEGUENZE

  1. Hello there, I found your website by means of Google even as looking for a comparable subject, your website got here up,
    it appears to be like great. I’ve bookmarked it in my google bookmarks.

    Hello there, simply become aware of your blog via Google, and found
    that it is really informative. I’m gonna be careful for brussels.
    I will appreciate if you continue this in future.
    Many people will be benefited out of your writing. Cheers!

  2. Please let me know if you’re looking for a article writer for your weblog.
    You have some really good posts and I believe I would be a good asset.

    If you ever want to take some of the load off,
    I’d really like to write some material for your blog in exchange for a link back to mine.
    Please shoot me an e-mail if interested. Cheers!

  3. We absolutely love your blog and find the majority of your post’s to be
    what precisely I’m looking for. Do you offer guest writers to write content in your case?
    I wouldn’t mind composing a post or elaborating on a lot of
    the subjects you write concerning here. Again, awesome blog!

  4. First of all I would like to say terrific blog! I had a quick question which I’d like to ask if you do not mind.
    I was curious to find out how you center yourself and clear your head before writing.

    I have had trouble clearing my mind in getting my
    ideas out. I truly do take pleasure in writing but it just seems
    like the first 10 to 15 minutes are lost just trying to figure out how to begin. Any ideas or hints?
    Many thanks!

  5. Hi! I know this is kinda off topic but I was wondering which blog platform are
    you using for this site? I’m getting tired of WordPress because I’ve had issues with hackers and I’m looking at options for another platform.
    I would be fantastic if you could point me in the direction of
    a good platform.

  6. Aw, it was an extremely nice post. In thought I have to invest writing such as this moreover – spending time and actual effort to produce a very good article… but what can I say… I procrastinate alot and also no indicates find a way to get something accomplished.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *