I REGITSRI AKASHICI E I SOGNI

” I Registri Akashici contengono l’amore profondo, il pensiero divino, l’abilità di creare il potenziale futuro, di riscrivere il passato e di guarire voi stessi e il mondo. Dentro di voi e nei vostri RAS c’è molto di più di quanto possiate immaginare”.

Il sogno è l’esperienza dell’anima e se osserviamo il processo prima di addormentarci ci rendiamo conto che la nostra sensibilità passa ad un livello differente di frequenza che permette la transizione da una realtà per così dire “reale” ad una realtà di “sogno”. Edgar Cayce definisce il sogno “l’ombra della morte”.

Infatti, durante il sogno perdiamo la consapevolezza dell’ambiente fisico, per risvegliare la nostra coscienza più profonda, la stessa che sopravvive alla nostra morte e che ci fa sperimentare una realtà oltre lo spazio e il tempo.

Il sub-conscio completamente separato dall’ego materiale riesce a raggiungere la coscienza universale o cosmica. L’anima nel sogno può attingere a ricordi di vite precedenti e può apprendere lezioni della presente incarnazione integrandole alla memoria conscia portando così, suggerimenti da offrire alla vita presente.

I sogni sono esperienze vere nel mondo spirituale, invisibile ed etereo dell’anima, che in questa dimensione svela i suoi contenuti più autentici e profondi.

Freud parte da presupposto che l’attività onirica sia in grado di “mascherare” idee non elaborate dalla mente conscia per superare le censure dell’ego; pertanto interpretare i sogni, per lui, significa “svestirli” da contenuti simbolici che ne nascondono il vero significato.

Jung ha un approccio diverso: l’anima percorre un cammino di crescita spirituale arrivando all’individuazione. Egli riconosce all’inconscio un potere di grande saggezza e visione interiore amplificato nei sogni.

La visione di Cayce sul significato simbolico dei sogni è molto vicina a quella junghiana; il sogno, per lui, è la migliore rappresentazione possibile di un fatto compreso dall’anima, ma non ancora afferrato dalla coscienza.

Esistono sogni diversi.

Sogni di compensazione, che cercano di offrire un equilibrio al nostro presente. Possono essere anche l’opposto di ciò che si vive!

Sogni riguardanti la salute fisica, sogni indotti dal desiderio o dalla paura, sogni premonitori che sono attivabili grazie alla partecipazione nel sogno ala realtà temporale dell’eterno presente.

Per Cayce nessun evento significativo nella nostra vita avviene senza essere stato preannunciato da un sogno.

Il sogno premonitore è un suggerimento dell’anima o un monito per cambiare rotta!

L’entità Kryon attribuisce ai sogni un ruolo fondamentale nell’accompagnare l’uomo in questo periodo di transito vibrazionale che il pianeta sta vivendo.

Ci sono 3 principali aspetti dell’esperienza onirica, interconnessi tra loro:

l’aspetto biologico, cioè durante il sonno, si attua una vera pulizia mentale utile al corpo per riorganizzare il cervello, disponendo i ricordi secondo le priorità,

l’aspetto psicologico che permette il trasferimento dei vari ricordi in specifici scomparti del cervello, in base alle nostre emozioni,

l’aspetto spirituale, il più importante che attribuisce al sonno il potere di riscrittura del passato dentro il nostro DNA.

 

“Argomento tratto dalle dispense del corso di Tiziana Vocino”   Bologna giugno 2019