REUMATISMI

Artrite è il nome usato per indicare diversi tipi di problemi alle articolazioni: rossori, calori, dolori, gonfiori, rigidità che caratterizzano fenomeni di infiammazione acuta o cronica di un’articolazione. Può essere locale e riguardare  una sola articolazione o generale e riguardare più articolazioni. Nell’adulto, dal punto di vista psicosomatico, è legata a forme di rigidità mentale, per il fatto di non accettarsi o di essere troppo esigenti verso se stessi o gli altri. La mancanza di  comprensione o tolleranza verso se stessi o gli altri spinge la persona a svalutarsi  e ad essere critica nei confronti di coloro che la circondano.

RIMEDI FITOTERAPICI: sambuco, ortica, linfa di betulla.

FIORI di BACH: wild rose indicato per reumatismi e gotta che insorgono in chi è stato deluso dalla vita e dagli affetti e non vuole più rischiare di soffrire. E’ un rimedio attraverso il quale si ritrova l’interesse per la vita, la capacità di lottare, l’iniziativa e la motivazione interiore. Ottimo per reumatismi, problemi osteoarticolari e malattie croniche degenerative da persistente scoraggiamento , legate a depressione e delusione provocate da cause sconosciute.

In MTC :le  malattie reumatiche sono inquadrate nel concetto di “bi” cioè “ostruzione.” Il flusso del sangue e l’energia del corpo ristagnano. L’agopuntura è efficace e tratta milza e pancreas, principali deputati secondo la teoria degli organi e dei visceri unita a quella dei 5 elementi. La terapia contempla l’agopuntura sia somatica che auricolare, la moxibustione. Inoltre sono utili l’applicazione di cerotti esterni, accorgimenti dietetici, l’applicazione esterna di coppette, lavaggi e frizioni esterne con il liquido di decozione, ,massaggi e Qi gong per evitare il ristagno di agenti patogeni.

OMEOPATIA: granuli da assumere lontano dai pasti, da far sciogliere in bocca. Rhus toxicodendron 7CH è indicato per dolori reumatici con rigidità muscolare e articolare. Altri rimedi sono Apis mellifica e Arnica.

ALIMENTAZIONE : gli alimenti anti infiammatori sono quelli ricchi di omega 3 e omega 6, pesci, semi oleosi e olii vegetali, extravergine di oliva, di germe di grano, di lino spremuto a freddo. Preferire il consumo di cereali integrali, legumi, carne bianca,verdura e frutta di stagione. Gli alimenti alcalinizzanti sono quei cibi che favoriscono i giusti processo biochimici nell’organismo e che sono ricchi di vitamine e sali minerali. Eliminare latte, latticini e derivati, altamente acidificanti, così come cibi troppo raffinati.