SPALLE in psicosomatica

Le spalle rappresentano la capacità  delle persone di portare pesi, pertanto sono indice delle responsabilità che si portano, che ci si assumono. Quando si ha male alle spalle occorre chiedersi e individuare cosa c’è di troppo pesante da sostenere. Magari c’è un sovraccarico di lavoro al quale ci si sottomette per rispettare delle scadenze, per essere amati o per riconoscimento.

Alcuni hanno registrato nella loro memoria emozionale l’idea che per essere amati è necessario assumersi una quantità ingente di responsabilità. E’ spesso il caso dei primogeniti: si sentono spesso responsabili della felicità altrui e allo stesso tempo impotenti di fronte alla sofferenza dei propri cari che vorrebbero portarli sulle loro spalle.

Ad esempio molti medici soffrono di dolori alle spalle. Le espressioni che usano sono diverse :” Il protocollo mi pesa molto sul lavoro, mi sento impotente dinnanzi alla sofferenza di alcuni pazienti, mi sento controllato all’esasperazione se faccio una diagnosi poco corretta ai pazienti oppure mi sento sorvegliato dall’ordine dei medici se non mi conformo alle regole da seguire”.

Ciò che occorrerebbe chiedersi è: ” Che cosa mi risulta troppo pesante da sostenere? Mi sto assumendo la responsabilità del successo scolare dei miei figli, della mia azienda o della felicitò delle persone che amo? Sento che mi devo assumere troppe responsabilità? Ritengo di avere responsabilità troppo grandi?”

Il bruciore alle spalle indica che mi sento frustrato perchè devo fare tutto da solo; il dolore all’articolazione che collega spalla e braccio indica che forse non mi sento abbastanza spalleggiato, le spalle incurvate sono simbolo dei troppi pesi che si portano e di una vita come un fardello pesante, troppo pesante da portare, la micro calcificazione della spalla indica la rabbia o il risentimento nei confronti di una persona dalla quale non ci si è sentiti sostenuti.