ERBE CONTRO VERMI PARASSITI, PROTOZOI E FUNGHI

I parassiti possono indebolire la salute dell’uomo; i farmaci medicinali antielmintici usati, sono altamente tossici e possono, in un soggetto con grande quantità di vermi, indurre il verme adulto a migrare dall’intestino verso altri organi, con risultati potenzialmente più gravi. Le erbe antielmintiche, invece, paralizzano i vermi, che rimangono storditi o addirittura avvelenati e quindi, non sarebbe male accompagnare con un purgante per espellerli.

Eccone alcune:

ENULA è la più raccomandata essendo la più sicura per  i bambini. Il suo principio attivo è simile alla santonina, ma più efficace e non tossico.

BROMELINA e PAPAINA: svolgono un’attività  enzimatica, proteolitica, tale da digerire la parete esterna di tanti vermi parassiti intestinali.

ENZIMI PANCREATICI: favoriscono la digestione proteica e mantengono l’intestino libero da batteri e parassiti.

CURCUMA: esercita azione antibiotica ad ampio spettro. Attiva anche contro la candida albicans.

CRESPINO: contiene un’elevata quantità di berberina e i vegetali contenenti questo principio sono anti-parassitari. Ha effetti anche immunostimolanti, antibiotici anticonvulsivi e sedativi.

ARTEMISIA: ha un’azione simile all’assenzio, ma più debole.

ASSENZIO: stimola la cistifellea, usato nella profilassi della litiasi biliare e come antidispeptico. Usato come vermifugo intestinale.

ZUCCA: i semi contengono un composto dotato di proprietà anti-elmintiche e con un elevato numero di minerali. BARBA di GIOVE: antibatterico, antimicotico. Efficace contro la maggior parte delle infezioni.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *