Il VOLTO: 6 FORME GEOMETRICHE

Il volto di una persona si può idealmente suddividere in tre piani: mentale, emotivo, istintivo. Quando uno di questi è più sviluppato rispetto agli altri, quella sarà la caratteristica che connoterà la personalità dell’individuo.

Il volto TRIANGOLARE: sviluppo della zona frontale che sta a significare un’attività mentale dominante. Persona molto razionale, ribelle e testarda, ma anche spiritosa e originale. Il suo stile di vita sarà piuttosto avventuroso.

Il volto ROMBOIDALE: qui è la zona dell’affettività ad essere più espansa. Questa persona è spinta dall’emotività e dai sentimenti, premurosa, con spiccato spirito materno; l’affettività viene prima di qualunque altra cosa. Spinta dal bisogno di essere amata e riconosciuta, con raffinato senso estetico e talvolta con doti artistiche.

Il volto CONICO: ricorda una piramide con alla base una larga mascella dove il piano inferiore, cioè quello istintivo è predominante. Persona concreta e materialista, attaccata al proprio prestigio sociale, vuole possedere cibo, denaro, cultura e fidanzate. Abile negli affari e molto determinato, rischia di trascurare i sentimenti altrui.

Il volto ROTONDO: dalle curve dolci è tipico della persona gentile, aperta, un po’ ingenua, della persona che cerca sempre il positivo e il lato buono nelle persone. Ama i piaceri materiali, il buon cibo e il buon sesso. Dotata di spirito pratico tende a comandare anche in famiglia. Sono “idealisti pragmatici”, talvolta però un po’ arroganti e questo li porta ad allontanare chi prima li appoggiava.

Il volto QUADRATO: volto piuttosto duro e spigoloso, così come violento e passionale, tipico di chi è sempre pronto all’attacco, particolarmente intransigente. Responsabile, difende le sue idee e accetta poco i suggerimenti altrui.

Il volto OVALE: persona solo in apparenza sicura di sè, in realtà può andare in ansia facilmente di fronte a nuove questioni da affrontare. E’ sensibile, incostante, impulsiva e intelligente; guarda più all’intuizione che alla razionalità.